01.28.15

Quando torni single

Archiviato in Argomenti vari at 21:59 by vaniglia

Quando capita di tornare single è un po’ come per quegli animali trovati da piccoli e accuditi dagli umani, che poi un bel giorno vengono rilasciati in natura, così di punto in bianco. Niente più pranzi e cene servite, niente più letto caldo dove tornare, bam, in un attimo sei nel mondo vero, fatto di cibo da cercare e casa da costruire.

Non importa a quanti anni ti succede, il single appena rilasciato lo riconosci subito, sta nel locale affollato con un drink in mano e stampato in faccia, “e ora io che faccio?”.

Non importa nemmeno se è stato lasciato o se ha lasciato, l’effetto finale è più o meno quello, certo quello lasciato che a regola soffre di più probabilmente preferirebbe essere sbranato la prima sera da qualche predatore piuttosto che continuare cosi.

Perchè magari uno se lo dimentica come è il mondo fuori, e se non hai più vent’anni, tra i ventenni ti senti come un tirannosauro a New York.

Eppure sembrano tutti divertirsi, tutti tranne te, anche se fanno ogni sera la stessa cosa, nello stesso locale, ogni we stesse facce, stesse cene.

Non c’è poi così tanta differenza poi, tra la routine degli accoppiati e dei single,  inoltre i fidanzati spesso ambirebbero a essere single, e i single bevono perchè aspirerebbero a essere fidanzati.

Insomma, quelli felici, ma felici davvero, mica l’ho capito dove escono la sera.

I single sono una tribù, compatta, sollecita, e si stanno tutti vicini, molto vicini, per non morire di freddo, quel freddo che hanno le persone che cercano qualcosa, o qualcuno.

Parlano d’amore ma mai ad alta voce, mai con chi sono usciti, non sono vere e proprie amicizie, sono compagnie, che possono passare insieme anche più di tre sere a settimana, senza dirsi assolutamente niente di veramente importante da dire.

Capita che qualcuno prova ad allontanarsi dal branco, perchè magari crede di aver trovato l’amore, la famosa volta giusta, ma spesso si guarda bene dal confessarlo, inventa improvvisi impegni familiari, o polmoniti, tutto pur di non confessare che forse ha trovato una persona.

Perchè parlare d’amore a chi non è innamorato da tanto è come parlare cinese a mia nonna che capisce e parla solo barese stretto.

Non puoi, non devi, se vuoi mantenerti quei dieci minuti di ebrezza e ottimismo che da un amore all’inizio, è bene che te lo tieni per te.

Poi i single, i rilasciati da poco, lo sanno come vanno le storie, come vanno male soprattuto, se lo ricordano ancora troppo bene per essere smodatamente ottimisti.

Smodatamente ottimisti lo si è in adolescenza, al primo amore, o in un camerino quando si chiede una taglia meno, lo fai una volta, non lo fai più.

Ed è pieno di esemplari che l’hanno fatto una volta e non lo fanno più, amare e crederci intendo, e continuano a stare li, a ripertersi come si sta bene da soli, ma non ci crede nessuno, non ci credo io, come non ci crede la commessa quando le dico che magari una 42 se veste larga mi sta.

Non esistono più 42 che vestono larghe, come non sono mai esistite persone che stanno e staranno sempre bene da sole, ma se è per questo, nemmeno coppie che stanno e staranno sempre bene insieme.

La verità sta nel mezzo, sta nelle 44 che vestono strette e nelle coppie che imparano a non strarsi strette.



3 Commenti

  1.    Reuben Scrive,

    21 Febbraio 2015 at 10:06

    …credo che dopotutto…ci sia un sottile cinismo in quello che scrivi… Non che le cose che scrivi siano sbagliate(non spetta poi a me dirlo) ma credo che una persona sensibile potrebbe essere d’accordo con te, solo…scriverlo diversamente…

    http://confessionipericolose.blog.tiscali.it/

  2.    biri88 Scrive,

    24 Febbraio 2015 at 08:20

    Ho scoperto ora il tuo blog, mi sono imbattuta in questo post, ho preso spunto per fare un articoletto, in cui cito il tuo blog, spero non ti dispiaccia… eventualmente fammelo sapere che provvedo a rimuovere i link.
    http://gretachinesecresteddog.blogspot.it/2015/02/ma-chi-e-davvero-felice-di-essere-single.html

  3.    vaniglia Scrive,

    25 Febbraio 2015 at 13:23

    nessun problema anzi grazie di avermi citata, a presto!