12.21.14

L’amore dura fino a mezzanotte

Archiviato in Argomenti vari at 16:01 by vaniglia

Ci siamo quasi, anno quasi finito, si tirano le somme, delle cose fatte, non fatte, rimandate e dimenticate.

I chili presi dopo le feste, le persone perse e quelle trovate.

E poi noi, l’anno nuovo per me è come il compleanno e la candelina su cui soffiare ed esprimere un desiderio. Nuovo inizio, nuovi propositi, vecchi propositi, vecchi noi.

E poi le aspettative, queste trappole di cristallo in cui tendiamo sempre a infilarci. Il cristallo ha portato fortuna solo a cenerentola, perchè sicuramente veste male e succede che ti perdi la scarpetta, ma c’è il principe pronto dietro a riprenderla. A riprendere lei e la scarpetta, che fortuna avere qualcuno che viene a riprenderti, mia madre arrivava sempre tardi a riprendermi, a scuola, a danza, e io stavo li ad aspettare. Troppo spesso si sta ad aspettare, qualcuno, qualcosa, noi stessi, il momento giusto, che passi quello sbagliato, l’amore.

Già, l’amore.

L’amore è come uno di quei ristoranti super chic che non accetta prenotazioni, ha pochi posti, quasi sempre pieni e la fila fuori di gente, che non sa nemmeno cosa c’è sul menù, ma il fatto che lo vogliano tutti sembra essere un valido motivo per aspettare, anche se il conto già si sa che sarà caro.

L’amore, tutti che lo cercano, tutti che lo vogliono, una meta dove arrivare e dove nessuno sembra essere rimasto abbastanza a lungo per raccontare a qualcun altro come si fa.Come si fa ad amare.

Esistono libri, milioni di libri, che ti spiegano come si conquista, come si trova, come si dimentica, come si supera, manca forse quello che ti chiede “sei sicuro che è quello che vuoi?”.

Perchè l’amore non è qualcuno da conquistare, l’amore non è essere amati, l’amore è amare.

E quanti sono disposti ad amare?e non dico sempre, ve lo risparmio il per sempre, ne parliamo un’altra volta, dico anche per un minuto, quanti sono i grado di dire “io ti amo”, senza pensare al perchè, senza preoccuparsi di essere amati, senza preoccuparsi di cosa significa, comporta, quanto durerà.

Pochi credetemi, pochi.

Ci si lascia perchè ci si dice che siamo sbagliati insieme, che la persona era sbagliata, ma era il motivo dell’amore che ci legava ad esserlo.

La persona giusta. Tutti che cerchiamo questa benedetta persona giusta, il principe che raccoglie la nostra scarpetta. Cerchiamo la nostra persona perfetta rimanendo aggrappati alle nostre imperfezioni, andando poi a cercare le sue, nessuno vuole qualcuno di pefetto, nessuno vuole essere perfetto vogliamo solo qualcuno che ci ami per quello che siamo e spesso non sappiamo nemmeno noi chi siamo. Stiamo li a cercare la nostra versione migliore da mostrarci e da mostrare.

Perchè la verità è che stare con qualcuno è difficile, stare con se stessi spesso ancora di più, allora tutti che scappiamo a mezzanotte, quando ci accorgiamo che la carrozza è di nuovo una zucca e l’abito scintillante non lo è più. E la scarpetta rimane in mezzo alla scalinata, il principe ci guarda andare via e rimane fermo a domandarsi “voglio vivere per sempre felice e contento con lei?”, sapendo che spesso non sarà ne felice ne contento, e mentre sta fermo a pensare lei sarà già sparita nella notte e con lei la favola.

Perchè l’amore non è una favola, anche se ormai lo sembra, perchè come tutte le favole tutti lo raccontano e nessuno lo vive.



I commenti sono chiusi