30.09.10

Il tempo di mezzo

Archiviato in Argomenti vari at 15:49 by vaniglia

Sbadiglio.

Dovrebbe essere il mio secondo nome, non so sarà questa mezza stagione, che non è vero che non esiste, esiste ma è saltuaria, a giorni alterni.Oggi è una tipica giornata di mezza stagione,stamani c’era un bel sole e oggi pomeriggio un bel nuvolone, più mezza di così.

Oggi è anche uno di quei giorni in cui passo il tempo a pensare al tempo, non metereologico, per tempo intendo tempo, minuti,ore anni.

Mi sono anche accorta che pensando al tempo che è passato non passa un attimo.

E’ mezz’ora che sono sempre le 16.30.Questa cosa non ha senso, eppure sono sempre le 16.30 e non mi si è fermato l’orologio.

Non giova molto pensare al tempo passato, nemmeno quando è bello e piacevole.

Non giova nemmeno pensare a quello futuro perchè se hai una giornata positiva è probabile che tu sia troppo ottimista, se hai una giornatina no è probabile che ti fai venire la depressione per cose che credi che ti succederanno ma che non sono nemmeno successe.

Ecco cosa bisogna fare, pensare al presente, neanche troppo astratto, presente inteso come ora, in questo momento, e sono già le 16,37.

Mi è interessato particolarmente questo ultimo anno, oggi penso all ultimo anno e non mi fa essere felice come se penso a questa ultima giornata.

E non perchè sia stato tutto negativo, anzi.

Qualcuno ha detto qualcosa che somigliava a “quando cerchi di arrivare in vetta, ti accorgi che la vetta non esiste”.

Dalla vetta in cui mi trovo oggi, credo abbia poco senso voltarsi a guardare quelle passate, rischiando di sentirmi ingenua per aver creduto che fossero il massimo, per poi  aver paura che anche questa in realtà non sia poi così alta.

Prendo in considerazione il fatto che da ogni altezza si può godere di una vista diversa, anche da quella più bassa.

Oggi, dunque, mi sento abbastanza in alto da non voler guardare ne indietro ne avanti, guarderò chi è salito fin qui con me, ci sono panorami della vita che hanno senso se condivisi.