10.27.09

ODIO

Archiviato in Società at 17:31 by vaniglia

E ti diverti.come se fosse la cosa più normale del mondo.

A continuare, continuare imperterrito a camminare sopra ogni cosa che costruisco.

E continui a prendere a calci ogni cosa.

Con un gesto, con un frammento, perchè  sei come vetro sulle mani, piccole schegge che non ti accorgi di avere finchè non ti trovi a sanguinare.

E ti diverti.

E non piangere, non soffrire, non mi guardare, non mi cercare, non toccare la mia vita, nemmeno chi c’è dentro.

Vai lontano, abbastanza lontano, più lontano di quanto sei stato di quando dicevi di essermi accanto.

Ingrombi ogni cosa, ogni gesto, ogni pensiero.

Solo cicatrici non rimarginate, solo odio soffocante, solo rabbia corrosiva, io sto sotto a tutte queste cose e non so più cosa fa realmente fa parte di me e cosa invece mi hai prepotentemente lasciato addosso.

FANCULO.



1 Commento

  1.    Lory Scrive,

    28 Ottobre 2009 at 22:07

    Amoruccio… panta rei… solo alla morte non c’è rimedio, la cosa più giusta è l’ultima parola ahahah!!!

    Bacino ;P