29.06.07

Disordine!

Archiviato in Senza categoria taggato at 13:06 by vaniglia


Credo che avrei bisogno di un periodo di letargo di almeno un mese, nemmeno di vacanza,proprio letargo, durante il quale dormirò profondamente per tutto il tempo cosi la mia mente sarà occupata solo da sogni.
Credo che mi servirebbe questo.
Ho avuto anni duri non c’è dubbio, anche più di questo, ma la stanchezza fisica mista a quella della mente sono pesanti da portarsi dietro.
Bisognerebbe imparare a sciogliere i muscoli.
Io.
Io che sono sempre tesa come una corda, io che ieri ridevo, chissà perchè, oggi ho una faccia da funerale.
Dovrei pulire, come si fa con lo sporco, la mia mente, un bel “mocio vileda” che spazzoli via quello che non mi serve più.
Sono convinta che ogni esperienza serva, ogni cosa, bella o brutta che sia, ma portarsi sempre dietro un peso non credo giovi a molto.
Lasciare andare, mollare la presa, non avere sempre bisogno di sentire il controllo.
Che cosa c’è di più insensato del tentare di avere il controllo di qualcosa che controllo non ha?
L’essere convinti di averlo.
L’essere convinti che l’affannarsi ogni giorno, l’arrabbiarsi per ogni cosa, dare peso alle banalità, ma non ai bei dettagli,serva a qualcosa.
Cosa c’è di peggio che sprecare giornate a lititgare con chi si ama.
Un litigio costruttivo..costruisce qualcosa, ma farsi del male a che serve?
A che mi serve portare rancore a chi della mia vita non sa niente.
Come si permette qualcuno di entrare nella mia vita, di calpestare quello che c’è dentro, senza sapere quanto ho fatto fatica a mettere tutto in ordine, a mettere ogni cosa al suo posto e a mantenerla tale.
Qualcuno entra e con distrattezza, con cattiveria anche, urta ogni cosa, anche la più forte se buttata a terra con forza può rompersi.
L’equilibrio è sempre instabile.

Mi ritrovo spesso a dover rimettere in ordine, in una vita che all’ordine non era mai stata abituata, alle tradizioni, alla famiglia, cerco sempre con affanno di costruire qualcosa che, le basi non ha mai avuto, devo partire dal basso, devo farlo sempre da sola.

Sono stanca, non so nemmeno io quanto, me ne accorgo quando mi fermo, quando mi lascio andare e sento che a fatica mi rialzo.
Mi rialzo perchè amo, perchè amo la vita e amo quello che vorrei metterci dentro questa vita, che ancora a volte non riesco a proteggere, da chi rispetto non ce l’ha per niente, da chi a volte non si accorge di quello che vorrei.
Vorrei dirlo e non solo pensarlo, che per me io dalla vita voglio di più, non mi voglio accontentare e volgio smettere di mettere sempre in ordine..oggi lascio tutto com’è, disordinato ma mio…e non permetterò più a nessuno di entrare e calpestare.
Mai più.

28.06.07

L’altra metà della Mela..

Archiviato in Senza categoria taggato , , at 12:05 by vaniglia


Stamani, nonostante il mio risveglio non sia stato pimpante..anzi credo di non aver mai avuto un risveglio pimpante, del tipo suona la sveglia e giù subito dal letto, aprire la finestra e dire ?buongiorno sole!?..no proprio no..ma dovrò provarci un giorno, magari aprendo la finestra di cucina però perché sorge da quella parte il sole….o forse a memoria mattinate cosi lo avute il giorno che dovevo partire per il mare..forse perché non avevo proprio dormito….comunque sto divagando..tutto per dire che oggi sono bella pimpante!!Mi spaventa quasi dirlo…perchè magari tempo poco mi riviene il muso lungo tipico delle giornate di lavoro…speriamo di no!
Che ne so, sarà che l?aria è molto più fresca..fa quasi freddo..quasi…sarà che l?essere insulso che ha causato il 40% dell?ingrossamento del mio fegato in questi giorni mi sta dando tregua…chissà..ma di certo non voglio pensare che sia la calma prima della tempesta…bene allora non ci penserò.
Sono pimpante ma miseramente senza argomenti stamani, scrivo perché se fossi in compagnia parlerei per ore..ma non potendolo fare da sola, un metodo di sfogo va comunque trovato…
Sarà l?amore…sarà l?essere innamorati che ti da la carica in più, una marcia in più!
…ma insomma…certo essere innamorati e ricambiati, insomma felicemente fidanzati ti da una tranquillità interiore, una pace, da non confondere con la pace dei sensi…quella arriva con le nozze d?oro, ma è anche vero che l?avere un rapporto di coppia comporta spesso….grosse inca..volature..(vei post precedenti).
La donna fidanzata poi la riconosci da lontano….guarda gli altri uomini solo quando è in compagnia delle amiche, quando è spalleggiata e almeno se il fustacchio si accorge lei può sempre puntare il dito sull?amica single e magari gli trova pure il compagno…la donna fidanzata, quando ancora era alla ricerca dell?altra metà della sua mela, era ben curata, ceretta sempre fatta ( non si sa mai…), intimo all?ultima moda..roba che spendi anche 60?, se ti va bene, per un perizoma che: A)con 60? ci puoi comprare abbastanza stoffa da ricoprire il tuo divano a tre posti con tanto di sceslong (che al 100% non si scrive così), e invece con quello non ci rivesti nemmeno il divano di Barbie B)molto probabilmente quando lo sfrutterai avrà subito talmente tanti lavaggi che il pizzo bianco sarà grigio, e l?elastico..bè non sarà più tanto elastico..C)purtroppo sempre nel momento in cui potrai sfoggiarlo…credo che l?omaccione in questione non lo guarderà nemmeno..
Soprattutto la donna alla ricerca dell?uomo perfetto, perché lei è convinta che esista..non esce mai senza trucco di casa, nemmeno se sua nonna si sente male alle quattro di notte e va portata d?urgenza all?ospedale, sai fosse che lo trova pure dottore!
Non rinuncia mai a tocchi alti e gonne, nemmeno per andare a fare la spesa che poi con trenta buste in mano già è difficile camminare su quei pavimenti perennemente scivolosi dei market, figurati con i tacchi…esci e indubbiamente qualche uomo ti guarda..ma mai che ti danno una mano con la spesa!!
Da fidanzate è tutto più semplice, dico da fidanzate dopo un po?..all?inizio ancora la parte della seduttrice che è in massima forma anche la domenica mattina dopo una serata in discoteca su tacchi da 12 cm.che hai i piedi gonfi come canotti, sia mai che ti si veda anche mezza occhiaia!dicevo da fidanzate ormai collaudate, di quelle che si portano a pranzo dalla suocera, bè per loro questi scalini sono stati già superati, loro si mettono a tiro solo in fine settimana, la ceretta la fanno solo quando si va al mare, non spendono più per intimo sexi..possono mettere alternate le varie cose e ogni tanto dire ?ti piace è nuovo? e l?uomo risponderà sempre la stessa cosa mentre guarda la tv..?si bellino?…BELLINO?che è bellino?il cane della vicina è ?bellino?, la nuova collana della tua amica è ?bellina?..ma un completino intimo no!
Ripensare di tornare alla caccia dell?uomo perfetto mi metterebbe un gran pensiero!!!anche perché ormai io la fregatura dove sta l?ho capita..mica mi infinocchiano più..è normale per un uomo ed una donna cercare la compagna/o perfetti e magari credere anche di esserci riusciti..perchè all?inizio di un corteggiamento-storia, tutto è perfetto….
LUI:barba sempre fatta, scarpe sempre pulite, capello corto il giusto, addominale non dico scolpito ma presente all?appello si, cinema che preveda film dove la metà del cast non deve per forza morire ammazzata entro il primo tempo, cene a DUE, no a tredici di cui 11 amici suoi ovviamente lui il 12 e tu il 13…, regali per ogni mese passato insieme, con biglietto, scritto a mano non dalla fioraia,telefonate che si concludono con ?attacca tu, no dai attacca tu? e non essere interrotte perché c?ha pochi soldi semmai glielo dici dopo quando vi vedete…., tu parli e lui realmente ti ascolta, si perché questo accade e mi dispiace dirlo, finchè non avete rapporti completi..è triste ma è così..quando ancora non è riuscito ad entrare nelle vostre grazie l?uomo vi ascolta e anche con interesse….dopo però è come se gli si spegne l?interruttore dell?ascolto..è come se avesse finalmente finito di leggere, anzi ascoltare il libretto di istruzioni e una volta che ha capito come funziona…allora poi lo memorizza e non è più in grado di immettere nuove informazioni…LO SO è DURA MA E? UNA REALTA?…forse basterebbe cambiare la Password e resettarlo..magari rinizia ad ascoltarci…
LEI: bè lei non è da meno, all?inizio è la donna perfetta, bella, curata in ogni dettaglio, gentile in ogni momento, anche con i tuoi amici più stronzi e cafoni, comprensiva quando la domenica la lasci sola per vedere la partita, quando il giovedì devi giocare la partità, quando il mercoledì è la serata della birra con gli amici, quando il sabato sera vuoi sempre andare a ballare, è sempre disponibile a fare l?amore, ha fantasia e sa come sedurti, non pretende che tu vada a pranzo la domenica da sua madre e ormai le sue amiche le sente solo per telefono…ma cari miei come si fa a crede che esista una donna così..come dico io…
Eppure uno ci crede e si innamora, lei di questo uomo che sa capire le donne e sa come trattarle, lui di questa donna geisha che gravita intorno a lui solo per renderlo felice……è tutto perfetto finchè…..finchè lui smette di farsi la barba, di ascoltarla, di dialogare con lei, decide cosa vedere in tv e inizia a mettere su la pancia, lei smettere di chiamare l?estetista, non tollera più il calcio e il resto e a quel punto…se comunque si svegliano uno accanto all?atra ogni mattina e guardandosi pensano ?questa è la persona che fa per me?…bè allora THAT?S AMORE!!!

27.06.07

Estate…periodo di CERVI…

Archiviato in Senza categoria taggato , , at 14:04 by vaniglia


Sono rimasta basita, nonchè stupita e soprattutto preoccupata vedendo con quale frequenza avvengono i tradimenti.
Mi dispiace, non volgio essere di parte, ma mi riferisco ai tradimentni degli uomini, passare un sabato sera circondata dagli amici del tuo ragazzo, che magari non sono con fidanzata a seguito, mi ha lasciato una profonda preoccupazione…
Corna messe senza ritegno, con la prima che capita, per poi dimenticarsene anche il nome al risveglio….e la domenica pomeriggio portare la fidanzata a prendere un gelato come se non fosse successo niente….roba da mettersi le mani nei capelli.
Io mica voglio fare la paternale, però siamo giovani, nessuno è sposato, non è stato firmato niente, se uno non ha voglia di mantenere un rapporto, basato sulla fiducia, la sincerità ed il rispetto, basta dirlo!
No!Pare che sia impossibile per l’uomo medio dire la seguente frase:
“non ho la testa per avere un rapporto serio, vediamoci tenendo in conisideraizone il fatto di uscire anche con altre persone di più non voglio” eppure non è difficile, almeno una si organizza, sa a quello a cui va in contro, decide lei stessa se accettare e comunque se comportarsi anche lei di conseguenza..la gioventù e la spensieratezza esistono per questo..perchè credono tutti che ogni ragazza stia cercando l’uomo della sua vita?…gli da fastidio il pensiero di essere considerati come di solito loro considerano e donne?potrebbe essere..
Fatto sta che spuntano corna come cervi a primavera….come se fosse la cosa più naturale del mondo..ma sono convinta che se fosse l’inverso se il traditore incallito scoprisse di essere tradito a sua volta..allora la fidanza di turno verrebbe messa alla gogna!
In genere io sono dell’idea che se uno tradisce, magari dopo una serata con gli amici dove l’alcool ha fatto da padrone, allora bisogna confessare,perhcè se poi si è scoperti ogni attenuante verrebbe spazzata via, se il tradimento è continuo e sempre con la stessa persona…allora c’è di base qualcosa che non va..convine direttamente lasciare il partner,magari evitando però scuse del tipo “ti amo ma non ti merito” o scemenze del genere, un “non ti amo più” andrà benissimo e almeno non ci sarà stupore quando la vostra ex dopo due giorni vi vedrà in giro con la vostra nuova ragazza…
Io personalmente non ho mai tradito e non credo lo farò mai, primo perchè non mi manca niente e in alternativa non sarebe un tradimento che mi risolverebbe la vita, punto secondo non ho nemmeno tempo per l’amante e soprattutto pazienza….ci vuole fegato da vendere per essere dei traditori incalliti, ricordarsi le bugie e mai contraddirsi..e tanti altri accorgimenti che di certo non ti rendono la vita facile, inoltre bisogna essere provvisti di una monumentale faccia di bronzo per riuscire a negare, eventualmente, anche davanti all’evidenza…e il senso di colpa non si deve sapere neppure dove sta di casa.
Io parlando dico sempre che se eventualmente fossi tradita vorrei saperlo direttamente da lui e forse allora in tutto potrei apprezzare la sincerità (….)MA E’ SOLO UN’ENORME PANZANATA SAREI TALMENTE INCAXXXTA CHE ALTRO CHE “APPREZZARE LA SINCERITA’!”NON TROVEREI PACE FINCHE’ NON L’HO ELIMINATO DALLA FACCIA DELLA TERRA…e poi dicono che non sono una persona ragionevole…tsè!

26.06.07

Ecco perchè la solidarietà femminile NON ESISTE!

Archiviato in Senza categoria taggato , , , , at 12:05 by vaniglia


Ormai lo so…per un po i miei giorni saranno neri..neri come l’umore..
A volte dopo un pò che sto li a pensare mi viene pure da ridere..il lato ironico forse lo trovo il lato positivo ancora no.
Mi domando se certa gente c’è o ci fa..e mi auguro che la risposta sia la prima almeno ha un’attenuante.
Le donne sono un brutta razza…o meglio certe donne sono una brutta razza.
L’erba del vicino è sempre più verde, eppure anche nei dieci comandamenti è menzionato..non desiderare la donna altrui (ora non so se era detto prorpio cosi comunque il succo è questo..)..chissà perchè non hanno messo anche l’inverso..non desiderare l’uomo altrui..perchè?
Che poi il desiderio fa parte della natura, posso capire che non si può controllare..allora io aggiungerei una postilla…”se proprio desideri un uomo di un’altra donna…vedi di non insistere troppo e di non pestare i piedi alla suddetta donna”.
Alla base di tutto ovviamente c’è sempre la mancanza di rispetto..ed è questa che io non tollero.
Non è mera gelosia, sono sicura del mio rapporto, è una questione di principio, dico io, certe donne non hanno amor proprio, non si fermano davanti a niente, nemmeno davanti ad esemplari partaccie, nemmeno dopo che lui gli dice a chiare lettere che non gliene frega niente….ma via come si fa?
Allora presumo che, testato che la persona in questione non capisce niente, testato che non ha un minimo rispetto di se stessa quindi figurati se ce l’ho io, testato che pare che proprio non voglia capire..allora mi sovviene il dubbio che l’abbia presa di “tigna”..e figurati un pò io la tigna la mangio a colazione!
La solidarietà femminile non esiste e non esisterà mai finchè ci saranno donne così..così poco DONNE da non essere in grado di capire quando rasentano il redicolo, “donne” che alla fine si fanno trattare come cani dagli uomini…e magari portano a casa anche due schiaffi dalla donna..dico magari…
Il triangolo ha un suo perchè, l’amante ha un suo perchè, ha un motivo di esistere..combattere per un uomo che comunque dimostra di volerti mi sta pure bene..ma continuare a dare testate su porte chiuse questa è stupidità senza limite.
Un uomo in questo ci supera, mi dispiace dirlo ma l’uomo raramente fa queste cose..certo loro prima fanno a cazzotti e poi si offrono da bere..ormai si sa..e così a qual punto la donna passa in secondo piano..un pò come i leoni combattono per il territorio e chi perde lascia il campo..
Ma le donne no!Certe donne sono peggio dei gatti attaccati ai coglioni!
Non hanno vergogna, non hanno amor proprio, non hanno rispetto..ma sopra ad ogni cosa non hanno la faccia di dire le cose chiare, non hanno un comportamento schietto e maturo, sono meschine, fanno sotterfugi, stupidi giochetti..per poi sentirsi dire sempre le stesse cose, essere rifiutate..cosa credono che pure se riescono a mettere zizzagna poi saranno scelte..essere la seconda scelta, questo è l’obbiettivo?
Complimenti bell’obbiettivo!
Poi dici che una perde la pazienza…dici che una è nervosa…dici che gli dai spago…dici che non ne vale la pena….no signori miei a quel punto diventa un fatto personale…eppure si sa che i leoni maschi sono più grossi…ma sono le leonesse che cacciano..sono loro le più forti quando si tratta di difendere qualcosa!

25.06.07

Senza mai voltarsi

Archiviato in Senza categoria taggato , at 19:31 by vaniglia


Sono mediamente rilassata, no direi di no, preoccupata, neanche, arrabbiata, forse….
Arrabbiata con chi….pensavo di saperlo, arrabbiata perché, credevo di averlo capito..invece no.
Il vittimismo non mi piace l?ho già detto, i discorsi inutili, neanche, parlare con chi non mi interessa la trovo una perdita di tempo, parlare con chi non sa ascoltare e capite..ho smesso di farlo.
Cercavo uno sfogo e l?ho trovato..di solito la notte porta consiglio a me lo ha portato il blog.
L?amarezza quando ti rimane in circolo fa solo male a te stesso..meglio buttarla fuori, ma non tutti i modi sono giusti, ognuno ha il suo.
….forse io mi sono accorta che per ogni tipo di amarezza ho un modo diverso per sfogarla…
Non posso dare ad ogni delusione la stessa importanza….ad ogni arrabbiatura la stessa importanza…dipende da chi è stata provocata ovvio.
La vendetta è un mio difetto o un mio pregio…certo è che non ci si può vendicare di torti non subiti….quindi almeno so che non agisco se non sono provocata.
Ma pensandoci bene basterà qualcosa di più sottile meno sofisticato per una persona che di sofisticato non ha niente.
Qualcuno dirà che sono lunatica…ma preferisco dire che sono aperta a varie soluzione e non sono nemmeno mai troppo convinta che il primo pensiero che ho sia sempre quello giusto…mi do anzi sempre un grande margine di errore.
Dare un giusto peso alle cose non è sempre semplice,la rabbia a volte acceca…ci vuole tempo, ci vuole saggezza…..
Di saggezza forse non ne sono piena….ma di tempo per pensare si.
Allora faccio un quadro generale, un quadro di quanto io riesca a sovrastare i sentimenti…e capisco che è una cosa che non sono mai riuscita a fare.
Amo alla follia, con tutto il cuore e sinceramente…altrettanto però faccio con l?odio, sono due cose in cui non trovo le mezze misure.
Di solito le mie vendette più riuscite ammetto che sono state quelle non programmate…quelle che mi hanno fatto anche attendere molto…quanto basta per godermela a pieno e con la freddezza che richiede una buona vendetta.
Non amo litigare, non amo i problemi creati, ce ne abbiamo tanti che non possiamo controllare, se l?amore crea benessere interiore, anche l?odio crea malessere.
Vorrei che sparisse dalla mia mente, vorrei non pensare ?avrei potuto ma..?, se non l?ho fatto forse è perché io sono diversa, forse perché quella non sono io e non voglio vergognarmi.
Voglio sopra ad ogni cosa essere me stessa in ogni momento ad ogni costo e non mi interessa quello che pensano gli altri non mi interessa cosa si aspettano, cosa sperano di provocare in me, non mi interessa.
La cosa peggiore di cadere nella rete di chi vuole solo provocare è diventare una persona peggiore a causa sua…mettermi a confronto, no mettermi allo stesso livello, mai.
E? durata anche troppo , la ragione, la calma mi ha abbandonato troppe volte e non ho risolto niente…forse è meglio fare a modo mio….la lascerò proseguire nel suo percorso…tanto non ha gambe abbastanza forti da andare lontano, e io sarò ad aspettarla, quando arriverà stanca e logora dell?odio che mette in tutto quello che fa… a quel punto l?unica cosa che mi resterà da fare sarà sorpassarla senza mai voltarmi indietro.

Vendetta….un piatto abbondante..

Archiviato in Senza categoria taggato , , at 12:49 by vaniglia


Essendo io, e sottolineo IO, una persona estremamente riflessiva, quasi mai impulsiva, nonché ragionevole, ma direi soprattutto…calcolatrice, è ovvio e naturalmente sottointeso che le discussioni con me non hanno mai niente di prevedibile…certo è che questo elemento è facilmente comprensibile a chi mi conosce, ma chi non mi conosce e mi provoca, ma soprattutto di fronte ad una mia ?non reazione? istantanea crede di averla fatta franca…di avermela fatta…bè signori miei si sbaglia di grosso!!
Ed è per questo che passerò notti tranquille, giornate a meditare, studiare, calcolare in ogni minimo dettaglio la cosa che preferisco sopra ad ogni discussione non costruttiva, sopra allo sprecare parole, sopra ad ogni cosa….LA MIA VENDETTA!
Come tutti sanno la vendetta è un piatto che va servito freddo…ma nella mia filosofia a questo aggiungo che va servito anche ABBONDANTE.
Si perché se è facile per le persone arroganti, sfacciate, cafone,ignoranti e non dimenticherei stupide, farsi scudo di risatine, provocazioni di basso stile senza mostrare un minimo di vergogna, ma sopra ogni cosa un minimo di Ragione in quello che fanno,allora io credo che per una persona come non me non è altrettanto facile….dare spago a tali bassezze…ma è semplicissimo trovare una soluzione…anche se sono sempre convinta che ?per i malati c?è la china…per i coglioni non c?è medicina?!
…però è vero anche che in certi casi, in casi cosi bassi conviene sorvolare, non dare spago, ignorare come migliore soluzione, ma quando la persona in questione ha sorpassato il limite, quando senti in nervoso che parte dalla punta dei piedi alla punta dei capelli, allora bisogna trovarla questa medicina, per forza!
La vendetta è qualcosa che va oltre la provocazione, è qualcosa che non lascia spazio al nervosismo, qualcosa che non permette errori, che richiede una freddezza, il cuore in quei momenti non deve battere a 3000 spinto dall?adrenalina,no!assolutamente no!
Se nel momento in cui vi trovate nell?attuare la vostra vendetta sentirete che la calma non è vostra alleata allora bisogna fare retrofront!Gelidi come i ghiacciai, impeccabili in questione di calma, nelle muovenze,nella voce che deve essere ferma e chiara…non vale la pena sprecare un?occasione se ci si fa prendere dall?agitazione….il nostro nemico potrebbe trarne beneficio.
Nell?escogitare la vostra vendetta (non so perché parlo come se stessi scrivendo una guida…)dovrete come primo punto STUDIARE IL NEMICO, come trova il modo di provocarvi, in quali occasione lo incontrate, quali sono i suoi punti deboli e quando invece si mostra spavaldo. Fatto ciò dovrete disarmarlo ma SENZA ATTACCARLO DIRETTAMENTE, gli toglierete la possibilità di provocarvi, di incontrarvi o meglio se lo incontrerete sarà come non vederlo, e avendo scovato il suo punto debole, ad esempio il trovarsi a tu per tu con voi lo mette a disagio, mettetelo alle strette, e sopra ad ogni cosa quando parte con la sua tattica, quando è nel culmine dell?essere spavaldo..fategli da specchio…lui ride alle vostre spalle…fate lo stesso, lui vi ignora, ignoratelo ancor di più, lui vi guarda…Sorridete..
Secondo punto…dopo averlo disarmato, SPIAZZATELO, imprevedibilità sarà il vostro secondo nome….in qualunque modo, in qualunque situazione…non fate mai niente di ciò che si aspetterebbe da voi…dovete passargli davanti per entrare in un locale..e già è pronto a sparlare e ridacchiare…come gli siete accanto…vi girate, sorriso…saluto con tanto di pacca sulla spalla!
Punto terzo…che praticamente è il punto forte della vendetta……INVERTITE I RUOLI, se il vostro nemico è per voi motivo di strazio psicofisico…..l?unico vostro obbiettivo sarà DIVENTARE IL SUO STRAZIO PSICOFISICO!!!
Dovrete diventare voi il suo incubo, e se come me non siete atti a queste scemenze, e soprattutto a rispondere a tono se non in discussioni dirette…allora l?unica cosa è giocare d?anticipo……io odio le persone che mi prendono per il culo..e scusate il termine…quindi l?unico modo per risolvere la questione, non riuscendoci ragionando…è prendere per il culo…
Mostrarvi divertiti e non infastiditi…guardarlo con superiorità e non con rabbia…l?essenza del?abbondanza della mia vendetta sta che non solo andrà gustata fredda..in quanto non riuscirà mai ha togliermi la calma quando lo vorraà lei, e tanto meno a farmi reagire in maniera spropositata dandogli la soddisfazione,piuttosto vedrà in me un lento, lento cambiamento…che va contro le sue aspettative, un cambiamento che finirà per cambiare le pedine in gioco…io diventerò quella che provoca e non quella provocata…io diventerò il suo nemico non il suo gioco…io diventerò leima molto più cattiva perché non giocherò spinta da mera invidia come nel suo caso….ma dalla vendetta…nei confronti di chi il rispetto ancora non ha capito cosa è…di chi fa l?errore di pestarmi i piedi…di chi crede che la vendetta va solo servita fredda…..e invece capirà che può essere anche abbondante e quindi lunga da finire!!!

22.06.07

Abbiate pietà di noi poveri Fantozziani!

Archiviato in Senza categoria taggato , , , at 17:07 by vaniglia


Ieri è iniziata ufficialmente l’estate e io dovrei andare in giro con magliette con i girasoli, cappello di paglia, infradito e viso sgargiante che proclama “evviva l’estate!”..
E invece sono con i soliti jeans e maglietta, con la faccia che pare che il sole l’abbia visto solo in foto, con i capelli perennementi legati per il caldo, e vago come un zombie per la città, casa-ufficio, ufficio-casa…che tistezza!
E accendo la tv, una pubblicità si e l’altra pure che ti mostrano il mare, la spiaggia, le vacanze..la nuova crema abbrozzante, i delfini dentro la Citroen che si divertono come matti, Totti e Gattuso che giocano a carte in spiaggia, è una tortura..tutto è concentrato sulle vacanze, si parla solo di diete da fare..perchè pare che nelle spiagge italiane con i chili in più non ti fanno entrare, ci devi pagare le tasse anche su quelli, pare che come il termometro sale la gente non va più a lavoro per tre mesi..e chi se ne frega se invece noi poveri discedenti di Fantozzi saremo chiusi nei grigi ufficio dove abbiamo il mare come salvaschermo, fino ad agosto per poi riversarci in massa sulle spiagge iper affollate, iper care, iper tutto..tranne che belle e rilassanti???
Abbiate pietà dico io….come mai passate l’inverno a pubblicizzare biscotti, cioccolate, torte, paste precotte..e poi d’estate ci fate sentire come dei maialini che visto il peso o dimagriamo oppure siamo destinati ad essere etichettati come quelli che:non fanno attività fisica…ma che palle!
Ma chi c’ha volgia di fare attività fisica dopo una gionrata di lavoro? presentatemeli che gli stringo la mano perchè io non ce la faccio!!!…anche psicologicamente, pensare di indossare una tutita e stare li, e poi corri, solleva i pesi, fai airobica, salta, addominali,cosce glutei, in quelle mini salette con assenza di ossigeno che poi ti ritrovi sempre affianco a quella che la cellulite crede che sia un cromosoma..e lei ovviamente non ce l’ha!
Non ce la puoi fare…a rimini fanno pure il raduno, li vedi tutti belli palestrati e in forma, con l’Ipod (che non so manco come si scrive) alle orecchie mentre vanno sul tapirulan…senza dare un cenno di fatica..io che per portare una cassa d’acqua per un piano di scale poi devo stare tre minuti seduta sul divano a riprendere fiato e aspettare con i muscoli indolenziti..muscoli… parolona, io gli addominali credo di non averli mai avuti, o meglio ce l’ho ma rilassati..bene meno male almeno loro sono rilassati!!!
Ci vuole un pò di parcondicio anche in tv!
Non è che siccome le scuole chiudono e alcuni fortunati..no…MIRACOLATI…riescono ad andare in ferie a giugno, allora tutti bisogna solo parlare di sole, mare e vacanze via!
Certo è che quando sarà il mio turno metterò i cartelloni per strada andrò in giro con la trombetta e una maglietta con scritto “SI! ANCHE IO DA OGGI SONO IN FERIE, TIE’”
Allora forse potrò accendere la tv tranquilla e guardare tutte le pubblicità e magari mi trovo anche io nello stabilitmento della Vodafone dove si paga tutto con le conchiglie e i sassi così risparmio anche!!!

21.06.07

La pazienza è un?arte non è una virtù.

Archiviato in Senza categoria taggato , , at 12:30 by vaniglia

La pazienza va saputa coltivare, va saputa capire e sentire profondamente, il famoso ?contare fino a dieci? realmente funziona?respiri profondi e pensare al rumore del mare…e portare pazienza… ma dove va portata la pazienza….o meglio dove porta la pazienza?
La pazienza va usata con i bambini….lo dicono tutte le nonne ?con i bambini ci vuole pazienza..?
E con i cretini ci vuole pazienza? Con i maleducati ci vuole pazienza? Con i prepotenti? Gli invadenti? Gli antipatici? Gli ipocriti? Con tutti ci vuole pazienza? O bisogna averla con i bambini e con chi ha dimostrato di averla con me?
Oppure semplicemente ci vuole un limite tipo ?alla terza canta il gallo?…e se questo è sordo e il gallo non lo sente?…meglio ?tagliare subito la testa al toro??
…perchè si sa c?è chi quando ?gli dai un dito poi si prende tutto il braccio?….a quel punto ?a mali estremi, estremi rimedi??…
E? anche vero che errare è umano..ma perseverare è diabolico..e io di persone che perseverano ne conosco anche troppo..ieri pensavo..perchè ci auto-accusiamo quando un nostro errore provoca un dolore anche a noi stessi..ma quando sbagliamo nei confronti degli altri è così difficile chiedere scusa?..allora lo vedi che ci vuole pazienza…perchè c?è chi gli errori non li vede, che non conosce pentimento..e io non sopporto chi non trova mai un margine di errore a se stesso..neanche sopporto chi si nasconde dietro al vittimismo per poter commettere tutti gli sbagli che vuole…sbaglio, chiedo scusa, risbaglio, richiedo scusa….no!
La realtà delle scuse sta nel non ripetere più lo stesso errore….è così difficile da capire?
Ammettere di sbagliare non ti solleva dallo sbaglio, non ti solleva dalla responsabilità
Perdonare è più difficile che sbagliare, perché se dici ?ti perdono? devi essere capace di non guardare più quella persona ed associarla a quell?errore..dai una botta di spugna al passato….e non è semplice.
Allora si associa la pazienza al perdono?
No, perché io sono paziente ma non dimentico le cose che mi hanno costretta ad esserlo anche quando non volevo…mi piace avere pazienza per fare dei favori agli amici, portare questo tipo di pazienza non mi provoca nessun disturbo..ma portare pazienza per sopportare cose che in realtà odio…bè questo proprio no!
Purtroppo per me con certe persone se fai l?errore di accettare una volta uno sgarbo poi si sentono libere di ripeterlo all?infinito..che poi sono anche quel tipo di persone che a loro volta invece non sono disposte ad accettare niente che non gradiscono.
Risultato del ragionamento…io la pazienza l’ho persa e non ci tengo nemmeno a ritrovarla…non c’è l’ho nemmeno per mettere una foto al post..quindi oggi niente foto!

e a chi non gli sta bene..pazienza!!

20.06.07

Sarà colpa del caldo..

Archiviato in Senza categoria taggato , at 19:38 by vaniglia


Prima il titolo poi il corpo…la sequenza è questa, o per lo meno quando sai di cosa parlare, quando semplicemente scrivi invece è il contrario..prima corpo poi conseguente titolo.
..il famoso rospo che viveva di fronte al mio ufficio non c’è più, o realmente si è tramutato in un principe ed è andato a vivere “per sempre felice e contento”, oppure il caldo torrido l’ha cotto…fatto sta che non lo sento più!
Non voglio riniziare con la tiritera del principe oggi, perchè come ha detto un comico l’altra sera al Colorado Caffè..”certi uomini non esistono”…e certi uomini nemmeno gli vogliamo risponderei io..o forse rispondo così proprio perchè non amo desiderare ciò che non posso avere..
Sono mediamente nevrotica oggi, sarà il caldo, sarà il lavoro, sarà che gli unici messaggi che ho ricevuto oggi sono della vodafone, che fortunatamente ha smesso di mandarmeli alle 7.00 del mattino..saranno le zanzare che inesorabilmente mi pizzicano nei piedi che è una cosa che non sopporto perchè non so come grattarmi, sarà che la notte si dorme male per il caldo, misto nelle ore notturne ad un venticello fresco che ti provoca un’inevitabile righiacciamento del sudore e la mattina hai più dolori di Mike Buongiorno, che però i suoi più che 80 anni se li porta meglio di me persino vestito da Garibaldi…
Sarà che ora la sera bisognerebbe uscire ma le nostre muovenze stile bradipi non ci permettono di fare niente..sarà che ti fai una doccia e già in accappatoio rinizi a sudare, sarà che non si sa più che mangiare, sarà che io non sono adatta alle insalate e ormai la pasta al forno non la vedrò per 3 mesi, sarà che mi si è rotta l’aria condizionata in macchina, proprio ora,no a dicembre,no a marzo,no a maggio, ORA in piena estate, ironia della sorte si direbbe, ma oggi con 35° all’ombra l’ironico era ben distante….sarà che contare i giorni per arrivare alle ferie li fanno sembrare più lunghi, ma non contanrli non ti aiuta a sopportare gli ultimi sforzi, sarà che più non sopporto un certo tipo di persone e mi più mi tocca far finta di sopportarle, sarà che in generale lamentarsi fa bene ogni tanto e a me riesce bene…
Sarà che “per fortuna ho il blog”, altrimenti avre iniziato a dare chiari segni di cedimento mentale stando in ufficio e avendo il massimo del dialogo con la mia amica stampante e l’altra mia amica fotocopiatrice..che poi ripete sempre le stesse cose..hihihi…
sarà che poi la sera quando torno a casa non ho neanche più la forza di parlare…e pensare che io adoro parlare..
….sarà che uno ha dei desideri, ma non sa quando vorrebbe realizzarli, allora mi viene da pensare che si perde il bello del desiderio…l’impredibilità di quando diventano realtà…e a me l’imprevisto spaventa..
Sarà che riesco ad essere seria e ironica senza accorgermene e a volte non mi rendo più conto di quali sono i discorsi seri e quali no..e mi perdo in un bichier d’acqua e non so più di cosa vale la pena prendersela…
Sarà che avevo voglia di parlare ma non so con chi e non so di che..e meno male che c’è il blog, perchè gli posso dare la faccia che voglio, essere seria ed ironica anche di cose che serie o ironiche non sono…perchè in fondo il mio blog sono io..e non c’è miglior confronto che quello con noi stessi..

Riferimenti: Il famoso discorso del rospo..per chi se lo fosse perso

19.06.07

Dai un significato all’amore..

Archiviato in Senza categoria taggato , at 17:46 by vaniglia


Cos?è un gesto d?amore?
..quanto basta? cosa basta per rimanere indelebili sul cuore di qualcuno?
Quali frasi, quante parole bisogna sussurrare per essere un ricordo di cui sentire la mancanza..?
Quanti baci, sotto quante stelle vanno sospirati e dati per esprimere emozioni..
Quante telefonate, non fatte e attese, quante bisogna farne e a quante non bisogna mai rispondere per far sì che richiami..
Quanti abbracci e quanto lunghi bisogna dare e ricevere, per sentirsi abbastanza protetti..
Quante carezze possono bastare, quanti ti amo bisogna dire, con quante lacrime bisogna segnare un dispiacere di una distanza con la quale non si può convivere per far capire, per dimostrare, per vivere e fare un gesto d?amore?
La realtà di un sentimento rimane nel ricordo…se il tempo non cancella quello che si è provato allora niente e nessuno potrà farlo.
Non sono i fiori, non sono le frasi, non sono i regali, gli appuntamenti, le discussioni, che decidono la forza dell?amore, forse non è neanche un gesto o forse si, forse è qualcosa di impalpabile che ti gira intorno, nella mente,che diventa tuo e circola insieme all?ossigeno nei polmoni che ti fa respirare e sospirare..
E? tornare da te, solo da te, dopo una giornata di lavoro, dopo mesi di separazione, dopo una vita sbagliata, dopo tutto, nonostante tutto, tornare da te come se non fossi mai andata via, questo forse è l?amore, che non conosce tempo, non conosce memoria, ma conosce me quando sto insieme a te, è come girare veloce e fermarsi solo se ti fermi tu..
un gesto d?amore è una mano stretta forte per non sentire il dolore della sofferenza che l?amore da e nonostante ciò continuare ad amare come unica cura..

..solo l?amore lenisce il dolore dell?amore…questo è il gesto più grande che abbia mai vissuto.

« Articoli precedenti Pagina successiva » Pagina successiva »